Blog2018-06-01T20:03:36+01:00

Emergenza sanitaria Covid-19: se non riesco a pagare il contributo per mio figlio?

Non è difficile immaginare che l’odierno regime emergenziale, con la chiusura a tempo sostanzialmente indeterminato di attività lavorative, esercizi commerciali, aziende, studi professionali, possa gettare in una condizione economica gravissima una gran parte di cittadini. È quindi più che lecito domandarsi se le disposizioni economiche contenute in sentenze, decreti, ordinanze che regolano la vita dei genitori separati e/o dei coniugi separati e divorziati rimangano in vigore inalterati malgrado la ‘tempesta perfetta’ che sconvolge l’economia del paese. In sostanza: Devo continuare a pagare l’assegno per i miei figli e/o per il mio (ex) coniuge ? E di contro: sono garantito/a per l’assegno mensile che devo ricevere per i miei figli e/o Leggi tutto

Quali sono le regole per i genitori separati/divorziati in questo momento di emergenza causa covid-19? Posso spostarmi per vedere mio figlio? AGGIORNAMENTO

Richiamando il contenuto dell’articolo Quali sono le regole per i genitori separati/divorziati in questo momento di emergenza causa covid-19? Posso spostarmi per vedere mio figlio? , si aggiorna l’argomento nei termini che seguono. Senza entrare nel dettaglio dei molti provvedimenti varati – dal contenuto spesso antitetico e comunque sempre equivoco –, È DA SEGNALARSI L’EMANAZIONE, in data 26 marzo 2020, di un nuovo modello di cd. Modulo di Autocertificazione che introduce espressamente, tra le cause soggettive che consentono gli spostamenti, sia all’interno dello stesso Comune che da un Comune all’altro, gli “obblighi di affidamento dei minori”. Al momento (27 marzo), dunque, sembrerebbe che l’articolata normativa emergenziale, pur non avendo espressamente Leggi tutto

Quali sono le regole per i genitori separati/divorziati in questo momento di emergenza causa covid-19? Posso spostarmi per vedere mio figlio?

L’inaspettato, drammatico momento che stiamo vivendo con la crisi covid-19 ha posto ciascuno di noi di fronte a situazioni dolorose, faticose, impreviste. Il nemico invisibile che l’umanità sta cercando di affrontare e sconfiggere ha un volto che si evolve e muta, diventando, così, sempre nuovo e diverso. La sua pericolosità è stata chiaramente e ampiamente descritta dai virologi. È oramai chiaro a tutti gli italiani che, oltre alla pericolosità del virus covid-19, il problema forse più grave, sta nella capacità delle nostre strutture ospedaliere di far fronte simultaneamente alle necessità dei tanti contagiati. Il distanziamento sociale e lo “stare in casa” sono, al momento, gli strumenti più efficaci per tutelare Leggi tutto

Contributo al mantenimento figli maggiorenni: cosa c’è da sapere

Se mio figlio è maggiorenne devo continuare a versare l’assegno per il suo mantenimento? E se ha iniziato a lavorare? In un precedente articolo abbiamo esaminato, nelle sue linee generali, il contributo al mantenimento in favore dei figli successivamente alla separazione dei genitori. Approfondiamo ora la problematica del contributo al mantenimento in favore dei figli che maggiorenni o, addirittura ultra maggiorenni, lavorano con contratti a tempo determinato (apprendistato, a progetto, ecc.). Con guadagni che, considerata la convivenza nell'ambito del nucleo famigliare di origine, possono essere considerati certamente dignitosi ma risultano al limite di una reale autonomia.   Quando il figlio, secondo la giurisprudenza, può ritenersi economicamente autonomo? La giurisprudenza di Leggi tutto

Patti prematrimoniali: la nuova proposta di legge per introdurli nel codice civile

Cosa si intende per patti prematrimoniali? I patti prematrimoniali sono accordi stipulati tra i coniugi che hanno la funzione di gestire, anticipatamente e consensualmente, i rapporti patrimoniali e personali in vista di una possibile crisi matrimoniale. Tali accordi hanno il fine di evitare che la fase di regolamentazione dei suddetti rapporti avvenga nel momento in cui il matrimonio sia già entrato in crisi. In quella situazione, infatti, sarebbe particolarmente difficile trovare un accordo che soddisfi entrambi i coniugi in presenza di reciproche recriminazioni e rivendicazioni. Nei Paesi di common law, vale a dire di tradizione anglosassone, gli accordi prematrimoniali sono ormai una realtà consolidata. In particolare, in Inghilterra e in Leggi tutto

Matrimoni misti: cittadinanza del coniuge straniero, separazione e divorzi

Tutto ciò che c'è da sapere sui matrimoni misti, cittadinanza del coniuge straniero, separazione e divorzi. Quali sono i requisiti richiesti dalla legge italiana? Per ottenere la cittadinanza in caso di matrimonio con un cittadino italiano, alla luce delle recenti novità, è utile conoscere la normativa sulla cittadinanza prevista dalla Legge n. 91 del 1992, la quale stabilisce all’articolo 5, come il coniuge – straniero o apolide - di un cittadino italiano possa acquistare la cittadinanza qualora sussistano una serie di condizioni: dopo il matrimonio, lo straniero deve risiedere legalmente per almeno due anni nel territorio della Repubblica ovvero, nell’ipotesi in cui risieda all’estero, siano decorsi tre anni dal matrimonio; Leggi tutto

Studio Legale Dionisio

Lo studio opera a livello locale e nazionale e ha collegamenti internazionali con professionisti individuati nel corso della propria pluriennale attività.

Contattaci